Vivere di Scommesse: Come giocano i professionisti

2
1590

In tutto il mondo sono pochissime le persone che riescono a vivere di scommesse. Molte di questi professionisti li ho conosciuti personalmente e hanno condiviso con me le loro strategie che gli permettono di vivere di scommesse

Se non conosci la mia storia, le mie radici, ma soprattutto i miei traguardi ti invito a cercarmi in qualsiasi parte del Web. I miei sostenitori mi amano. I miei nemici mi odiano alla follia: bookmaker, ciarlatani, pseudo professionisti, maghi. Tutti questi hanno buoni motivi per farmi la guerra tutti i giorni.

Li smentisco ogni volta che aprono bocca.

I miei risultati con il betting sono talmente evidenti e facilmente accessibili che sbugiardano ogni volta tutti quei truffatori che vogliono arricchirsi alle spalle della brava gente.

Mi limito a fare quello che mi riesce meglio: scommettere, investire e vincere. Non mi curo di altro.

 

Questo tanto basta per essere una delle poche persone che veramente può vantare di vivere di scommesse.

vivere-di-scommesse-regole-professionisti

Non vendo sogni ne false speranze. Vivere di scommesse è per persone pragmatiche, ciniche e con una forte personalità. Bisogna prendersi i giusti rischi, studiare e formarsi dai migliori sulla piazza, tutto questo ancora oggi mi serve ogni giorno per eccellere.

Mi sono ritirato a vita privata anche per questa ragione. Dopo aver dimostrato al mondo come è possibile vivere di scommesse, ho preso la migliore strada possibile, tornare a scommettere per mio conto, dedicando la maggior parte della mia giornata allo studio dei mercati e alla formazione.

Questo è ciò che deve fare ogni singolo scommettitore che vuole vivere di betting.

All’inizio del mio percorso ho fatto enorme tesoro dei consigli dei miei maestri. In questa guida vedrai solo alcuni dei segreti per vivere di scommesse. Altri ancora di questi segreti sono contenuti nel Manuale Sacro, libro che ho avuto l’immenso piacere di scrivere per tutti gli aspiranti professionisti.

Vivere di Scommesse: Cosa fare?

Vivere di scommesse è l’obiettivo principale da raggiungere. Spesso non è assolutamente facile iniziare a muovere i primi passi in questo senso.

Per vivere di scommesse occorre diventare pragmatici, e molto cinici. Tutte le nostre decisioni nel mondo delle scommesse devono essere prese con assoluta lucidità. La logica deve sovrastare le emozioni.

Uno scommettitore novizio deve fin da subito impostare un piano per raggiungere il proprio obiettivo. Vivere di scommesse è la tappa finale di un percorso molto lungo e tortuoso.

E’ sbagliato pensare di avere subito la possibilità di poter vivere di scommesse. Si inizia dalle basi, da piccoli passi. In questa fase l’obiettivo di poter vivere di scommesse non deve assolutamente essere nella nostra mente.

Sarà il tempo a decidere quando potremmo puntare alla vetta del professionismo. Conosco molti bravi talenti lontani anni luce dall’obiettivo di poter vivere di scommesse. All’inizio del nostro percorso di betting è importante non farsi travolgere dall’ambizione di poter vivere di scommesse.

Quando si è alle prime armi con il betting, la principale cosa che deve fare uno scommettitore è rivolgersi ad un mentore. Un maestro capace di aiutare seriamente l’aspirante professionista in un percorso a medio lungo termine.

Le doti di pragmatismo e gestione del denaro sono skills che si imparano con il tempo e la formazione, credere che per poter vivere di scommesse serve essere portati è una grande sciocchezza.

Io stesso ero un autentico disastro, un ragazzo con un senso del pratico veramente lontano da quello che deve possedere un professionista. La matematica era la mia bestia nera, sempre odiata e addirittura ero troppo emotivo per poter condurre una professione del genere.

Eppure oggi sono uno dei migliori Bettor presenti in circolazione. Tutte le componenti fondamentali per eccellere nel betting si devono imparare. Nascere con un particolare dono non è necessario per vivere di scommesse sportive.

Come già ho dimostrato in un altro articolo la maggior parte dei talenti nel mondo delle scommesse fanno una brutta fine. Per vivere di betting c’è bisogno di tanta disciplina.

Vivere di Scommesse: Le 10 Regole dei Professionisti

In questa guida voglio condividere con te i migliori consigli sulle scommesse ricevuti nella mia carriera. Queste 10 Regole rappresentano una raccolta dei migliori consigli per iniziare a vivere di scommesse.

Disciplina, regole e competenze rappresentano i sistemi vincenti dei professionisti.

E’ per questa ragione che gli scommettitori professionisti impongono al loro betting delle rigide regole di investimento per ottimizzare i profitti. Regole e consigli che rappresentano un vero punto di svolta per chi vuole vincere alle scommesse.

Vivere di Betting: Il Live Betting

Le scommesse in Live offrono un numero maggiore di opportunità da analizzare grazie ai bookmaker che formano continuamente nuove quote in live.

Le fluttuazioni eccessive delle quote rendono vulnerabili le piattaforme di scommesse che non sempre in diretta riescono a quotare correttamente gli eventi.

I movimenti delle quote regalano costantemente la possibilità di trovare le Value Bets, in questo modo scommettitori con più esperienza possono sfruttare le migliori occasioni offerte dai bookmaker.

Le scommesse live sono il punto debole dei bookmaker a patto che uno scommettitore sappia dove puntare.

In Live ci sono molte opzioni per guadagnare dalle scommesse. Spesso le piattaforme sottovalutano le reali probabilità che un evento di verifichi spostando invece l’attenzione verso i movimenti del marcato.

Mentre altrettanto spesso gli scommettitori poco esperti tendono a sottovalutare questa situazione. Il bookmaker ha un grande interesse nel quotare gli eventi seguendo le puntate della stragrande maggioranza degli scommettitori; le quote di valore (Value Bets) sono il risultato di questi 2 fattori.

Da un lato i bookmaker spostano le quote seguendo le puntate di una larga parte dei clienti dall’altro lato hanno poco interesse a quotare correttamente gli eventi perché guadagno da altro.

Se poi consideriamo che solo gli scommettitori professionisti (una piccola parte) sanno riconoscere le quote sbagliate il bookmaker può dirsi certo di guadagnare nel lungo periodo.

Vivere di Betting: La regola delle condizioni migliori

Per vivere di scommesse devi immergerti in un ambiente tranquillo.

La serenità è la condizione più ricercata dai professionisti. Non ti è possibile vivere di scommesse se sei troppo ansioso o stressato.

Ogni scommettitore professionista è particolarmente attento alla sua salute mentale. Una buona condizione psicologica è il segreto per poter vivere di scommesse. Qualsiasi sistema, strategia, o money management non avrà effetti senza uno scommettitore lucido.

Scommetti sempre quando sei nella condizione di farlo.

Molti scommettitori perdenti pensano che i piccoli dettagli influenzano le loro probabilità di vincere. Molto più spesso invece sono proprio i grandi dettagli che se sottovalutati causano grandi perdite agli scommettitori.

Lo stato di forma delle squadre ad esempio è un aspetto molto sottovalutato. Un team che sta giocando molto bene seppur sfavorito rispetto alla squadra avversaria ha grandi probabilità di vincere il match rispetto alle normali probabilità dell’incontro.

Allo stesso modo un tennista favorito che ha appena litigato con il proprio coach ha molte probabilità di perdere il primo set anche se il suo avversario non sembra molto forte.

Il Betting è tutta questione di matematica e probabilità.

Un buon scommettitore usa il calendario per programmare le sue scommesse, attende i match migliori e punta parte del suo capitale in relazione anche alla solidità dell’esito.

Vivere di Betting: La regola del classificare le tue scommesse

Tutto può risultare veramente più semplice se decidi di valutare le tue scommesse.

Gli scommettitori professionisti hanno la buona abitudine di attribuire un voto alle proprie bet. Se reputi un’operazione di mercato una buona scommessa allora il suo voto non dovrebbe mai essere inferiore a 8 su 10 (dove 10 rappresenta il massimo).

Questo serve agli scommettitori professionisti per valutare il grado di affidabilità della scommessa. Per questa ragione i nostri clienti utilizzano un software di scommesse sul tennis che per ogni scommessa attribuisce un grado di affidabilità alla scommesse. Più alto è il grado più la scommessa sarà sicura.

Questo è utile soprattutto quando ci sono più match in contemporanea su cui vogliamo scommettere. Spesso un buon strumento di gestione della cassa non prevede 2 scommesse in contemporanea. Avere un software per stabilire il grado di affidabilità ti permette di scegliere la scommessa migliore senza aver rimpianti.

Classificare le scommesse ti permette di valutare giorno per giorno il tuo betting e di capire magari dove stai sbagliando.

La valutazione non riguarda però soltanto le scommesse quanto il grado di affidabilità dei tornei o competizioni/sport su cui vogliamo scommettere.

Per questa ragione molti scommettitori professionisti attribuiscono valutazioni precise ai vari campionati di calcio. Una competizione con una valutazione superiore al 7 indica che è più facile vincere scommesse sul campionato Spagnolo piuttosto magari alla Serie A (punteggio 6).

In alternativa alla valutazione numerica puoi usare anche i colori, dove per il rosso avremmo una bet da scartare mentre per il verde una scommessa “sicura”.

Qualsiasi sia la tua scala di riferimento i pronostici che hanno una valutazione inferiore al 7 non devono essere scommessi.

Vivere di Betting: Gestione della Cassa

Il capitale è una parte essenziale per cui vuole vivere di scommesse. Puntare troppo poco può essere poco vantaggioso, mentre effettuare puntate pesanti può causare la perdita di tutto il tuo capitale.

Quando si scommette bisogna pensare che non siamo esenti da errori. Le serie negative possono coinvolgere tutti. Che tu sia un professionista o un semplice scommettitore ci sarà un momento in cui dovrai sopportare un periodo di varianza negativa, è matematico.

L’unica cosa che possiamo fare è gestire al meglio la nostra cassa in modo da sopportare con astuzia i periodi di crisi.

Un buon Money Management è la soluzione corretta a questo problema. Online puoi trovare parecchi strumenti per la gestione della cassa, ma attenzione! molti di questi si sono rivelati fallimentari facendo perdere molti soldi agli scommettitori.

Anche se quasi tutti gli scommettitori professionisti hanno dei Money Management personalizzati esistono alcuni strumenti che puoi utilizzare a tuo vantaggio per gestire il capitale.

Il Masaniello e l’Anti Martingala sono 2 ottimi sistemi di gestione del capitale. Permettono di ottimizzare le vincite e limitare rischi e perdite sul capitale. Ho realizzato una guida molto dettagliata per spiegarti quali sono i migliori strumenti per la gestione della cassa nelle scommesse.

Come scommettono i professionisti: La Strategia del Favorito

Molti scommettitori professionisti amano questa strategia per guadagnare alle scommesse.

Scommettere sul favorito quando questo si trova in svantaggio è una delle tecniche più abusate nel panorama del betting professionistico.

Potrebbe sembrare semplice ma in realtà questa tecnica nasconde molte insidie che sono un professionista sa evitare.

Esistono tutta una serie di criteri da rispettare per eseguire questa tecnica. Non tutti i favoriti sono nelle migliori condizioni di ribaltare il risultato, allo stesso modo non tutti i favoriti dispongono di quote così vantaggiose ogni volta che vanno in svantaggio.

Potresti pensare sia utile giocare la rimonta della Juventus contro il Verona, salvo poi veder persa la tua scommessa per la disfatta della Juventus.

Gli scommettitori professionisti scommettono con criterio, svolgono delle analisi prima dell’inizio del match e confrontano i dati in live per capire se possono realmente puntare denaro su quella scommessa.

Ad esempio nel match della Juventus la squadra di Sarri mostrava ad un attenta analisi in Live forti difficoltà a rendersi pericolosa nell’area del Verona. Un gioco disorganizzato e una difesa fragile della Juventus hanno causato grosse perdite fra le file degli scommettitori meno esperti.

Scommettere sul favorito è una buona strategia solo a patto che tu sappia realmente cosa stia facendo. LA strategia sfrutta il fatto che gli allibratori dopo uno shock del mercato riadattano le quote alle probabilità dell’evento. Queste permette agli scommettitori di piazzare una scommessa sul favorito ad un prezzo molto più vantaggioso.

Strategia usata dagli scommettitori Pro: Rapporto Qualità-Prezzo

Gli scommettitori professionisti sono sempre alla ricerca delle migliori quote sul bookmaker.

Il tuo obiettivo come scommettitori è quello di trovare sempre il miglior rapporto qualità-prezzo, che siano le quote giuste, i mercati giusti o persino il momento migliore per scommettere segui sempre questi consigli.

La quota è sempre molto importante. Per vivere di scommesse devi imparare a calcolare la probabilità reale che si nascondo dietro un esito. Le piattaforme di scommesse come abbiamo già detto lasciano solitamente dietro di loro una striscia di quote mal realizzate.

Il tuo compito è quello di scovare questi prezzi e di guadagnarne il più possibile. E’ vero.. spesso non è facile individuare le reali probabilità di riuscita che si nascondono dietro quell’esito. E’ per questa ragione che i clienti di BETennis possono vantare i migliori strumenti per la ricerca delle Value Bets. Solo un attenta conoscenza dei mercati e i giusti strumenti possono regalarti dei vantaggi matematici sui bookmaker.

La qualità delle quote dipende strettamente dalle probabilità che l’evento di verifichi. Le quote di valore sono sostanzialmente quelle quote troppo altre o troppo prezzate dai bookmaker.

Attenzione! Le Value Bets non sono scommesse sicure bensì sono scommesse che ci permettono di avere un vantaggio matematico sui bookmaker. Per spiegarti meglio è come se uno scommettitore si assicurasse un margine di probabilità nel lungo periodo superiore al bookmaker.

Quando scommetti pensa sempre se le probabilità offerte dal bookmaker nella quota possono darti del valore. Se la risposta è no, allora dovresti evitare quella scommessa, anche se puoi vincerla subito questa non ti assicura assolutamente un buon rendimento nel lungo periodo.

-> Scopri chi sono i migliori scommettitori professionisti

Gli scommettitori che voglio guadagnare dalle scommesse devono essere sempre in grado di individuare quelle quote che sono troppo alte rispetto alla reale probabilità che l’evento si verifichi.

Lo scommettitore che vuol vivere di betting deve ignorare le partite con quote troppo svantaggiose rispetto alle reali probabilità.

Bisogna considerare poi che spesso le quote di valore si trovano in tutti quei mercati dove non ti sogneresti mai di cercare come ad esempio: cartellini, calcio d’angolo, handicap asiatici o europei.

Inoltre ti consiglio di concentrarti su tutti quegli sport meno inflazionati. I book potrebbero facilmente sbagliare le quotazioni nelle competizioni che conoscono poco.

Come giocano i professionisti? Scommettono in singola

Mentre la maggior parte degli scommettitori ha l’impressione che chiunque scommetta sullo sport vinca nel lungo termine, purché scommettendo abbastanza spesso, questo in realtà non è vero.

I bookmaker hanno un vantaggio matematico enorme nel lungo periodo sugli scommettitori. Ma come ribaltare la situazione? Utilizzando la testa e facendosi anche aiutare da algoritmi sulle scommesse.

Oltre che scommettere esclusivamente sulle quote di valore lo scommettitore può vivere di betting esclusivamente usando le scommesse singole.

Può sembrare una banalità ma la più frequente perdita di soldi da parte degli scommettitori sono le multiple. I bookmaker ogni anno guadagnano dal 98% degli scommettitori che si affidano alle multiple, adesso capisci perché le piattaforme di scommesse sono così felici di regalarti bonus incredibile per puntare sulle schedine.

Chi scommette in singola spesso brucia molti soldi alle piattaforme di scommesse, è per questa ragione che molto spesso i bookmaker bloccano gli scommettitori forti: i loro guadagni sono vistosamente più alti di tutti gli altri bettors.

Scommettere in singola ti regala i favori della matematica è ottimizza le tue probabilità di guadagnare nel medio lungo periodo.

E ricorda, le scommesse come ogni forma di investimento sono una maratona e non una staffetta 100 m.

Cosa imparare per Vivere di Scommesse?

E’ una domanda che ricevo spesso. Per vivere di scommesse bisogna imparare il metodo che sta alla base del betting professionistico.

Senza il metodo non potrai mai replicare i risultati dei professionisti. Per questo nel mio libro spiego dettagliatamente ogni passaggio da compiere per poter guadagnare con le scommesse.

Il metodo porta con sé disciplina e senso pratico. Il Betting è soprattutto questo. Nell’analizzare un match dovrai sempre preferire gli obiettivi concreti degli sportivi rispetto a qualche statistica fine a se stessa.

Le motivazioni degli sportivi contano più di qualsiasi altra cosa. Quando inizi a bettare con fare professionale ti accorgi di come NON tutti i dati hanno lo stesso valore.

Alcuni sono più importanti, altri meno. Lo studio e gli giusti strumenti sono in grado di aiutarti a scegliere i match migliori.

La matematica di base poi è essenziale per eccellere. E’ impossibile pensare di vivere di scommesse senza utilizzare fondamenti della matematica finanziaria.

Le tecniche di gestione del denaro ti permettono di avere pieno controllo del tua capitale senza prenderti dei rischi eccessivi.

Una cosa che uno scommettitore impara fin dall’inizio è quella di prendersi i giusti rischi. Bisogna farsi sempre pagare bene il proprio lavoro. Spesso i bookmaker sono molto attenti a non concedere certi tipi di vantaggi agli scommettitori.

E’ compito di cui vuole vivere di Betting cercare del Valore matematico sui match che analizza.

Quanto capitale serve per Vivere di Scommesse?

Spesso vengo contattato da persone che con piccole cifre pretendono di vivere di scommesse. Questo non è solo impossibile nel breve periodo ma è anche un atteggiamento mentale particolarmente pericoloso nel mondo del betting.

Credere che è possibile guadagnare uno stipendio al mese partendo da una piccola somma di 50 euro è da sciocchi. Questo dimostra che non solo molte persone credono alla befana, con il serio rischio di cadere in mano a gente poco raccomandabile, ma che non hanno le benché minime conoscenze per affrontare il mondo degli investimenti.

Se credi che fare 20 euro di guadagno al mese partendo da un capitale di 100 € sia poco mi dispiace deluderti: ma non sei la persona giusta per poter vivere di scommesse.

Realizzare il 20% di guadagno in un investimento è qualcosa di estremamente difficile. Solo i più grandi professionisti del betting sono in grado di tenere un rendimento così alto nel lungo periodo.

Molti scommettitori ludopatici credono che per vivere di scommesse bisogna affidarsi a vincite stratosferiche, niente di più falso. Vivere di scommesse è un percorso lento e duraturo che coinvolge molte operazioni di mercato in singola e che spesso si avvale di un approccio tutt’altro che speculativo.

Trasformare un piccolo capitale di 50 euro in 300 euro in pochi giorni è certamente possibile, ma di certo non è qualcosa che puoi replicare alla lunga, soprattutto per gli enormi rischi a cui sottoponi il tuo capitale.

Vivere di Scommesse: Quanto capitale devo avere?

Per guadagnare uno stipendio con le scommesse sportive, parliamo di almeno 2.000 euro devi avere almeno un capitale di 20.000 euro. Si intende che realizzare il 10% in un mese non è certo la cosa più semplice del mondo, per questo dovresti affidarti soprattutto all’inizio ad un bravo consulente.

Quando posso iniziare a Vivere di Scommesse?

A differenza di quanto si possa pensare per vivere di scommesse non vi è bisogno di capitali importanti. Con la giusta pazienza e una buona operatività è possibile trasformare un piccolo capitale in un grande tesoretto, utile per vivere alla grande con il Betting.

Meno di 4 anni fa ho iniziato a scommettere in maniera estremamente professionale con le tecniche che spiego nel Manuale Sacro. Nel giro di pochi anni sono riuscito a trasformare un piccolo capitale di 500 euro in un grande capitale che mi ha permesso di diventare famoso per le mie abilità sulle scommesse.

Grazie alla matematica e ovviamente all’interesse composto in circa 4 anni 500 euro si sono trasformati in più di 120.000 euro. La mia operatività ad oggi nell’anno solare riesce a portarmi 60k puliti ogni anno.

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY