Come Smettere Di Scommettere: Guida

0
1424

Nel mondo delle scommesse sportive, esistono varie figure. Esistono gli scommettitori professionisti come me e Antony Bottiglieri. Esistono persone che hanno risultati di equilibrio, cioè non vincono e non perdono. Esistono persone che perdono, ma non gli importa perché per loro è una passione.

Esistono persone che perdevano, ma hanno iniziato un percorso per smettere di perdere, approcciandosi alle scommesse in maniera professionale. Che non significa garanzia di successo, ma significa fare le cose fatte bene. La garanzia di successo non esiste in nessun settore, 4 aziende di qualsiasi settore su 5 falliscono entro pochi anni dalla fondazione.

Ma esistono anche persone che perdono tanto, come abbiamo visto nell’articolo su come recuperare soldi persi al gioco.

smettere-di-scommettere

Smettere di scommettere perché si è perso tanto

Come già è stato detto in passato, spesso chi lamenta di aver perso tanto, in realtà ha perso poco. Perché qualche migliaio di euro, non è assolutamente una cifra per cui stare male. I veri ludopatici hanno perso decine e decine di migliaia di euro, se non centinaia di migliaia di euro.

In un video pubblicato su Youtube, il mio socio e scommettitore professionista Antony Bottiglieri, ha parlato della vicenda chiarendo benissimo qual è il problema.

Chi ha perso tanto con le scommesse sportive, ha perso tanto perché non sapeva quello che stesse facendo. Ha fatto cose a caso, non ha mai studiato la materia e probabilmente ha scarsa intelligenza (purtroppo bisogna dirlo).

Nei casi in cui il problema non sia stato la scarsa intelligenza, subentra la malattia vera e propria della ludopatia, che spesso è figlia di un malessere dell’individuo che vede nel “gioco” un modo per potersi sentire vivo, ma il vero problema nasce da altri problemi che vanno affrontati con professionisti.

Per cui il mio consiglio, vista la situazione, è quella di smettere di scommettere ma questo non risolverà il problema di fondo, per il quale bisogna obbligatoriamente rivolgersi ad un professionista che sia uno psicologo o uno psichiatra.

Smettere di Scommettere: Come fare?

Per poter smettere di scommettere, il nostro consiglio è quello di provvedere all’autoesclusione permanente da tutto il circuito AAMS. Con cui non si potranno mai più fare scommesse a proprio nome sui bookmakers italiani. Nel caso in cui si dovesse presentare un problema di dipendenza, si può anche pensare di diminuire di volta in volta le scommesse, fino a giocare un massimo di 2,00€.

Il nostro consiglio, nel caso in cui l’autoesclusione non dovesse bastare perché si va in Agenzia a scommettere, è quello di rivolgersi ad un centro specializzato sulla ludopatia, oppure rivolgersi direttamente ad uno psicologo della propria città che è specializzato sull’argomento e che potrà valutare la gravità della situazione, ed eventualmente avviare un percorso di risoluzione del problema, o indirizzare il paziente da uno psichiatra.

Cosa non fare per smettere di scommettere?

Se hai un problema reale di dipendenza, e hai perso denaro che non potevi permetterti di investire (qualcuno lo chiama giocare, perché non sa quello che fa) devi obbligatoriamente evitare di vedere siti di scommesse sportive. Quando io e altri professionisti veniamo contattati da un ludopatico, ci rendiamo subito conto di chi abbiamo difronte, per cui ti allontaneremo e ti metteremo alla porta. Noi siamo contro la ludopatia, e non vogliamo approfittare di persone che hanno bisogno di aiuto. Se hai un problema di dipendenza, devi smettere di scommettere, senza sé e senza ma.

LEAVE A REPLY